Marco 16 – 15,20

Il brano del Vangelo di questa Domenica è terribile per il suo contenuto e mi trovo seduto su questa sedia come se la seduta fosse come il lettino di un fachiro con centinaia di lunghi chiodi puntati verso l’alto. Il motivo è semplice, mi è difficile credere a una sola parola di quanto scritto. Anzi, sarò più preciso: non penso, ma nel modo più assoluto, che queste siano parole di Gesù. Penso che questa sia una sbagliata ricostruzione di quanto detto, forse da Pietro, Marco era un …..

I contenuti  sono disponibili gratuitamente su questo sito

 Registrati qui

Non possiedi un e-mail? Creala qui