Domenica 28 gennaio 2024. Mc 1-21,27.

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga di Cafarnao, insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.

Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: “Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio”.

E Gesù gli ordinò severamente: “Taci! Esci da lui!”. E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.

Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: “Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!” La sua fama si diffuse subito in tutta la Galilea.

1° Prima di iniziare il mio consueto commento, vorrei offrire a tutti i lettori una chiave di lettura: quasi tutte le parabole sono delle metafore. E come tali devono essere lette e interpretate. Anche alcuni miracoli sono metafore, come camminare sull’acqua, la moltiplicazione dei pani e dei pesci, trasformare l’acqua in vino, ecc.

 2° Attenzione: Non sono solo delle metafore, ma anche delle profezie. Leggete con attenzione e poi cercate di interpretarle in senso profetico. Es: Il seminatore. Interpretazione profetica: noi raccoglieremo i frutti del nostro seminare.

3° Chiave di lettura. Quasi tutte le parabole sono legate fra di loro da un continuum spirituale. Cioè legate le une alle altre. È difficile fare i collegamenti perché sono divisi fra loro. Esempio: il seminatore non è solo un singolo individuo ma può rappresentare un gruppo, una nazione, gli abitanti della terra. L’infinito.

Anteprima al vangelo. Tanti scribi si sono avvicendati nei secoli per portato a termine la ri-scrittura della Bibbia e dei Vangeli, nell’Italico stivale. Questi personaggi non devono avere avuto un compito facile anche perché c’è chi dice che è parola di Dio.

Senza contare il conflitto di interessi che ha sempre gravato su di loro. Hanno fatto molti adattamenti alle contraddizioni presenti nei testi originali. Molte però sono rimaste. Solo a leggere l’Esodo si vede che il primo a non sottostare alle leggi divine: I Dieci Comandamenti – non uccidere – è Dio – Il Dio degli Eserciti. E a ruota Mosè.

Per avere una visione abbastanza chiara di ciò che dico è sufficiente leggere la Bibbia senza pregiudizi, e a seguire, gli scritti di quasi tutte le confessioni religiose che vanno per la maggiore in Italia.

Ascoltare poi i loro predicatori viene voglia di… non so bene cosa dire, dall’indignazione alla vergogna, senza considerare l’insulto all’intelligenza continuo, e sfrontato, che fanno provare un minimo di vergogna. Ma fosse solo questo il male.

Ci hanno preso per babbei? Sì! Alla grande. Per duemila anni hanno avuto ragione. Tutte le religioni sono un enorme affare, un pozzo senza fondo, dove mestatori senza scrupoli (predicatori) sguazzano a danno del prossimo. E noi siamo le prede.

Aveva ragione a non finire Cristo quando disse: “Guai a voi…. che rubate le case alle vedove…,”, ma purtroppo il furto si perpetua in ogni latitudine del pianeta.

Non ci siamo ancora evoluti al rango di “Homo Sapiens”, perché non basta avere cervello, una laurea, per essere “Persone”. Siamo solo animali che parlano. I nostri comportamenti dimostrano questo: guerre continue, perdita dei valori morali ecc..

Le religioni si sono poste alla guida dei popoli per elevare l’umanità al rango di “Homo Homini Deus”, ma hanno miseramente fallito perché non era questo il loro vero obiettivo. Il motivo è semplice: l’eterno conflitto di interessi. Punto.

Conflitto quanto mai spaventoso. Le religioni si sono vendute all’economia. Invece di riformarsi per uscire dalla secolarizzazione piena di riti obsoleti e fuorvianti, hanno preferito la strada più facile: vendersi a Mammona. Altro che fede in Dio.

Non lo è certamente il dio degli eserciti della Bibbia il Dio celeste, se ne è accorto anche un bambino che non è un dio. E nemmeno lo è uno degli dei scesi dal cielo con le sue navette spaziali presenti nelle mitologie di molti paesi del mondo, e anche nella Bibbia: Enoch, Ezechiele, Elia, sono saliti al cielo su una di quelle navette spaziali.

Non è mia intenzione farne un trattato, ma non sono né cieco e né sordo. Servono altre prove? Solo una cosa ci manca, anche se mi auguro che non avvenga, che alieni scendano nel nostro pianeta per colonizzarci e riservino a noi lo stesso trattamento che noi abbiamo usato nelle colonizzazioni a danno dei popoli autoctoni.

Commento al Vangelo. Un invito che ho fatto, e che continuo a fare a tutti i lettori di testi religiosi, è quello di cercare traduzioni e pubblicazioni di editori capaci di mantenere le giuste proporzioni fra interesse di parte e verità. Chi cerca trova, se vuole.

Una domanda per iniziare. Perché nei Vangeli ci sono così tanti indemoniati? Nella mia, ormai lunga vita, non ne ho mai incontrati. Sono forse cieco o non meritevole? Sarà un caso o una fortuna? E voi? Quanti, ne avete incontrati?

Oggi le possessioni demoniache si chiamano malattie: epilessia, esaurimento, depressione e altro. La definizione di indemoniato è: posseduto dal demonio. Ma davvero qualcuno ci crede ancora?

Nella Bibbia di Gerusalemme, edito dalla EDB di Bologna, pag. 2158 in fondo a destra, così viene scritto: “Spirito immondo”, così il giudaismo (cf. Zc. 13,2) chiamava i demoni, estranei, anzi ostili alla purità religiosa e morale che esige il servizio di Dio.

Serve anche qui la traduzione: la religione detta queste regole, chi la pensa diversamente viene considerato un indemoniato (o un eretico meritevole di condanna a morte). Al che mi viene di pensare che i posseduti dal demonio non trovassero di meglio che fare i pazzi per non essere uccisi.

Oppure erano semplicemente degli infelici tarati da insufficienti relazioni dei lobi parietali o con delle connessioni neurali occluse o non formatesi, oppure dei Down. Traduco anche questo: dei malati mentali, degli epilettici.

Il Dio adorato nelle Sinagoghe è il Dio d’Israele, non è il Dio di Gesù. Questo è il male di tutte le religioni. In tutte le religioni esistenti il profeta deve anche essere un patriota (fedele alla causa), altrimenti non sarà mai ben accetto in patria.

Ma chi era Gesù? Indubbiamente un essere straordinario. Dotato di un qualcosa che nessun altro essere umano apparso sulla terra ha mai dimostrato di avere.

L’unica cosa che mi sento di dire su di Lui, cercando di capire il significato della frase: Una dottrina nuova insegnata con autorità, è il continuo rimarcare le differenze fra i dettati religiosi e la sua predicazione.

Una nuova dottrina. L’essere umano nasce libero e risponde del suo operato morale direttamente a Dio e non alle religioni: “Date a Cesare quel che è di Cesare, e a dio quel che è di Dio”.

Spaventosa questa sottrazione di potere e di interessi economici per le gerarchie ecclesiastiche in ogni tempo e in ogni luogo del pianeta: “Parla con autorità”. Forse data da Dio? Le verità spirituali arrivano prima all’anima che al cervello. Scuotono la coscienza e risvegliano lo spirito dell’uomo.

Poi, quando arrivano al cervello si corrompono. E sì. Entrano in scena la personalità, l’interesse, la morale, i desideri, la …coscienza…(forse). E cosa ne esce? Lo abbiamo visto nella storia. Lo vediamo anche nella nostra vita e nei libri. Forse.

Personalmente credo in Dio. Sono anche convinto che noi (umanità) siamo all’interno di una creazione volontaria. Credo che la nostra vita abbia un fine. Quale? Sviluppare la nostra intelligenza per diventare simili a Dio. Poi si vedrà.

Chi o cosa è Dio? Non lo so! Per ora sono fermo a Platone. L’unica cosa certa che ho nel mio sentire spirituale è quella che Cristo mi dice cose che meritano di essere approfondite (per tutta la vita). Non dimentichiamoci che c’è anche l’infinito.

Alcune piccole note.

N.B.: Gesù entra in sinagoga di sabato. Fa il suo intervento in un giorno dedicato al signore. Questo è uno dei motivi per cui è stato crocefisso.

Possessione diabolica. È uno dei temi preferiti dalle religioni. Oggi la scienza ci ha spiegato di cosa si tratta. Le streghe sono scomparse nel momento in cui hanno smesso di dar loro la caccia. Chi ci crede ha una malattia mentale preoccupante.

Spirito impuro, demone/i. Nella Bibbia di Gerusalemme, edito dalla EDB di Bologna, pag. 2158 in fondo a destra, così viene scritto: “Spirito immondo”, così il giudaismo (cf. Zc. 13,2) chiamava i demoni, estranei, anzi ostili alla purità religiosa e morale che esige il servizio di Dio. Non c’è nulla da aggiungere da parte mia.

Gesù. Nessuna religione del mondo ha prodotto un altro essere simile a lui. Non lo hanno seguito, i loro insegnamenti miravano a creare appartenenza, per interessi? La Bibbia e i Vangeli sono armonizzati per ottenere questo risultato. Ci sono riusciti.

Elia, il profeta. È fedele a Jaweh, il dio degli eserciti, uccide 400 sacerdoti fedeli a un altro dio (una divinità in concorrenza a Jaweh) ed è venerato come profeta illuminato. A parti inverse sarebbe stato ucciso.

M.G.

Le mie analisi seguono una linea spirituale, filosofica e pedagogica. In mancanza dei presupposti di base, passo all’analisi filologica, o storica dell’articolo, non teologica.

Se sei soddisfatto dei miei commenti: lascia una recensione, e/o: Passa Parola.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *